Ci sono vari modi per far sapere ai propri cari cosa si voglia lasciare ad ognuno di loro. Ma oggi vi spiegheremo come fare la successione con testamento olografo Quello che per essere redatto...

Come si fa Successione con Testamento Olografo?

Ci sono vari modi per far sapere ai propri cari cosa si voglia lasciare ad ognuno di loro. Ma oggi vi spiegheremo come fare la successione con testamento olografo

Quello che per essere redatto non necessita della presenza di un Notaio e nemmeno di testimoni.

Il 
testamento olografo deve contenere le volontà del testatore, espresse liberamente, non serve perciò che vengano rispettare particolari schemi o formule.

Tuttavia la legge stabilisce che il testamento debba poter essere riconosciuto al 100% come corrispondente alle volontà del defunto. E per questo motivo deve rispettare un certo rigore formale, a tutela del testatore. Bisogna cioè che sia chiaro che è stato lui a scrivere il testamento.

Cosa si può lasciare in eredità

Il Codice Civile prevede che il testatore non possa lasciare indipendentemente dalla sua volontà, tutti i beni a chi lui o lei decide. Infatti alcuni soggetti sono particolarmente tutelati. Questi sono gli ereditieri legittimi  ai quali riserva una quota dell’eredità: quota di riserva o legittima.

Il testatore comunque viene riservata la libertà di decidere di una parte dei beni, la quota disponibile, che può destinare liberamente, anche al sostegno di una causa importante come associazioni di volontariato, onlus a favore delle persone malate o diversamente abili. In questo caso si può optare anche per una piccola somma di denaro. Infatti, per una associazione, è importante soprattutto la quantità di persone che fanno beneficenza, andando così a sommare tanti piccoli lasciti che aiuteranno il sostentamento dell’onlus stessa. 

 

La persona che sceglie di beneficiare l’Associazione con un lascito, può farlo sotto forma di:

·        una somma di denaro dell’importo che si desidera;

·        beni mobili come quadri, gioielli, fondi di investimento;

·        beni immobili come case, terreni, locali commerciali.

In assenza di famigliari o altri eredi designati l’associazione che si vuole finanziare può essere nominata erede universale.

In assenza di eredi legittimi entro il sesto grado di parentela e di un testamento, tutto il patrimonio va allo Stato.

 

Nel caso in cui non vi siano eredi quali coniuge, figli e parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo a carico del lavoratore, è inoltre possibile destinare alla Lega del Filo d’Oro anche il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) dovuto dal datore di lavoro.

 

Regole per fare Testamento Olografo

E’ molto semplice fare Testamento Olografo. Basta infatti che il testatore su un qualunque foglio rediga le disposizioni di ultima volontà scrivendole per intero, datandole e sottoscrivendole di suo pugno

Perché il testamento sia valido è necessario che rispetti alcuni requisiti:

l’autografia: il testamento deve essere interamente scritto di pugno dal testatore, cioè non deve contenere parti scritte a macchina o con il computer, oppure scritte da altre persone. Se il testamento non è autografo, è nullo;

la data: perché il testamento olografo sia valido deve essere datato, deve cioè contenere l’indicazione del giorno, del mese e dell’anno di redazione.
Non è invece necessaria l’indicazione del luogo. La data è essenziale in quanto consente, in presenza di più testamenti, di stabilire quale sia l’ultimo, e quindi quale sia efficace. Fornisce inoltre un riferimento preciso utile nel caso in cui sia messa in dubbio la capacità di intendere e di volere del testatore. La mancanza della data comporta l’annullamento su istanza di chiunque vi abbia interesse;

La sottoscrizione: il terzo elemento sostanziale per la validità del testamento olografo è la presenza della firma al termine delle disposizioni.