Il lavello da incasso in acciaio inox è oramai la soluzione più utilizzata nelle cucine domestiche e professionali per la sua praticità e igiene. Eleganti e moderni, a volte i lavelli in acciaio...

Come pulire il lavello inox della cucina

postato da tonicsrl il 13/07/2015
Categoria: Servizi - tags: casa + pulizia

Il lavello da incasso in acciaio inox è oramai la soluzione più utilizzata nelle cucine domestiche e professionali per la sua praticità e igiene. Eleganti e moderni, a volte i lavelli in acciaio sono veri e propri gioielli del design che arredano con stile la nostra cucina dando un tocco di classe.

L'acciaio inox, infatti, è il materiale in assoluto più resistente alla ruggine e a quei prodotti per le pulizie molto aggressivi.

E a tal proposito, vediamo quali soluzioni scegliere per mantenere l'acciaio inox del nostro lavello efficiente, igienizzato e splendido nel tempo come se fosse sempre nuovo.

Partiamo dagli "attrezzi di lavoro" ovvero le spugne che serviranno a lavare e asciugare il nostro lavello. Per lavare scegliamo una spugna morbida, perchè per quanto resistente, l'acciaio inox è comunque sensibile a pagliette abrasive e spugne che graffiano. Le spugnette di fibra metallica, inoltre, possono provocare macchie di ruggine molto antiestetiche. Per asciugare, preferiamo un panno in  microfibra che rispetta la superficie del lavello e che garantisce un potere assorbente senza eguali. La microfibra, inoltre, non lascia segni nè pelucchi ed è praticamente quasi indistruttibile.

Una soluzione ecologica e anche economica per pulire il nostro lavello può essere quella di usare  prodotti che comunemente abbiamo in dispensa. Uno di questi è l'aceto, un ottimo sgrassante e igienizzante. Versato sulla spugna e passato su tutta la superficie del lavello, elimina i cattivi odori e lucida efficacemente e in modo ecologico. L'aceto, inoltre, è anche un ottimo anticalcare e quindi aiuta a eliminare eventuali incrostazioni che opacizzano il nostro lavello. Nel caso di macchie ostinate possiamo utilizzare l'aceto dopo averlo riscaldato leggermente. Anche un po' di bicarbonato di sodio diluito in acqua è efficace per togliere macchie di calcare e incrostazioni e per rimuovere eventuali cattivi odori.

Se vogliamo affidarci a detergenti e prodotti chimici, ricordiamoci che sono assolutamente sconsigliati prodotti a base di cloro, quindi la candeggina in primis, ma anche l'acido muriatico, gel per wc e spray detergenti a base di cloro attivo. Per ossidazione, infatti, possono lasciare macchie indelebili.

 In commercio non è difficile trovare prodotti ad hoc per l'acciaio inox e anche prodotti professionali ad alta performance e con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Per qualsiasi scelta optiamo, ecologica o professionale, vale sempre la regola di asciugare bene il lavello per evitare macchie e aloni che non solo sono antiestetici ma che, a lungo andare, possono contribuire alla formazione di calcare duro e ostinato da rimuovere.

Fonte: Cfg