La pulizia periodica del forno è probabilmente una delle faccende di casa meno amate, quindi in questo articolo leggerete alcuni consigli per rendere quest’operazione più semplice e meno gravosa....

Come pulire il forno di casa

postato da egolemweb il 01/02/2018
Categoria: Servizi - tags: colf milano

La pulizia periodica del forno è probabilmente una delle faccende di casa meno amate, quindi in questo articolo leggerete alcuni consigli per rendere quest’operazione più semplice e meno gravosa.

Come certamente ben sai, con il suo utilizzo, all’interno del forno si tende ad accumulare del grasso, per non parlare poi che possono sempre accadere alcuni incidenti di percorso quando le teglie magari sono un po’ troppo piene. È perciò alquanto facile lasciare dei residui che poi tendono ad incrostarsi.

Il primo consiglio è quello di rimandare il meno possibile. Eseguire una completa pulizia del forno con una certa regolarità evita il formarsi di depositi incrostati, più resistenti a detergenti e all’azione meccanica, ma soprattutto potenzialmente dannosi per la salute, per non dire del fastidiosissimo odore di bruciato che possono anche trasmettere ai cibi che stiamo cucinando.

Se il vostro forno presenta incrostazioni bruciate particolarmente ostinate, ma non volete usare detergenti aggressivi, cospargete le zone incriminate con una pasta di bicarbonato di sodio e acqua e lasciate agire tutta la notte: il giorno dopo sarà più semplice rimuoverle, anche solo con una spugnetta leggermente abrasiva.

Per eliminare i residui di cibo dalle pareti del forno, per esempio, potete dare vita ad una miscela con bicarbonato, sale ed acqua. Mescolati insieme, questi due ingredienti creeranno una crema abrasiva che, non solo porterà via i residui, ma contemporaneamente sgrasserà le pareti del forno. Dopo aver cosparso di tale miscuglio il forno, lasciate tranquillamente agire per circa un’ora e poi risciacquate con un panno umido.

Se lo sporco nel vostro forno è soprattutto grasso, una facile tecnica, un cosiddetto sistema naturale per come pulire il forno prevede di riscaldarlo quanto basta per ammorbidire un po’ il grasso presente. La temperatura considerata perfetta sarebbe quella che risulta essere caldo senza però bruciare una mano messa dentro. Quindi, prepara una soluzione di 3 parti di acqua tiepida e una parte di aceto, una soluzione facilmente realizzabile visto che in ogni casa l’aceto vi è sempre.

A questo punto, non dovrai fare altro che strofinare con un panno più volte all’interno del forno per rimuovere tutto il grasso. Nel caso in cui lo sporco risultasse particolarmente resistente, magari a causa di più incrostazioni, potrai aggiungere, al composto naturale preparato, una miscela di bicarbonato che lascerai agire per qualche minuto prima di rimuovere il tutto con un panno umido, avendo cura di togliere tutti i residui.

Per quanto riguarda il vetro del forno, usate un detergente per vetri e un panno o una spugna morbidi. Versate il detergente per vetri sul panno o la spugna ma non spruzzatelo direttamente. Non usate detergenti abrasivi, pagliette in lana d’acciaio, spugnette ruvide o alcuni tipi di carta assorbente, che potrebbero danneggiare la superficie. Se utilizzate della carta assorbente, controllate prima sulla confezione che sia adatta all’uso,in quanto alcuni tipi possono danneggiare le superfici.

Per la pulizia professionale della cucina del tuo ristorante o hotel puoi contattare Cleaning Farm, colf Milano operativa in tutta la Lombardia.