È probabilmente il sogno di tutti i viaggiatori amanti della fotografia, quello di poter lavorare come fotografo da viaggi in giro per il mondo, ma non basta una reflex per improvvisarsi...

Come lavorare come fotografo da viaggio

postato da Marketingseo11 il 11/05/2020
Categoria: Turismo - tags: fotografo travel + fotografo viaggi

 È probabilmente il sogno di tutti i viaggiatori amanti della fotografia, quello di poter lavorare come fotografo da viaggi in giro per il mondo, ma non basta una reflex per improvvisarsi fotografo per iniziare questo lavoro.

È una professione nella quale bisogna investire tempo e studio prima di diventare un professionista e ottenere degli ingaggi.

Un esempio di fotografa professionista travel è la fiorentina Francesca Anichini che ha fatto della sua più grande passione un lavoro. Fin dall’infanzia ha manifestato il suo grande amore per la fotografia grazie alla sua prima polaroid, ha poi coltivato anche altre passioni quali pittura, restauro d’opere d’arte antica e contemporanea, produzione di video pubblicitari e musicali, per poi decidere di dedicarsi professionalmente alla fotografia.

Una fotografa viaggio che opera su tutto il territorio nazionale e internazionale, anche in qualità di fotoreporter, ma specializzata soprattutto in fotografia di interni ed architettura, fotografia per hotel hospitality, food, lifestyle e ritratti. Una professionista a 360°.   

Cosa fa il fotografo da viaggio?

Il fotografo da viaggio viene pagare per viaggiare e scattare delle fotografie, può essere ingaggiato da una rivista oppure, decidere di far tutto di sua iniziativa e poi provare a rivendere i suoi scatti.

Può sembrare qualcosa di semplice ma, in realtà, è un mestiere molto difficile e per riuscire a guadagnare bene bisogna impegnarsi molto.

Fino a qualche tempo fa, il fotografo da viaggio era una figura che veniva mandata da un’agenzia pubblicitaria o una rivista per realizzare dei reportage in giro per il mondo e la fonte di guadagno dipendeva unicamente dal budget che erano disposti a investire nel lavoro.

Oggi, il fotografo da viaggio può provare a guadagnare sfruttando altri strumenti, vediamone alcuni.

Viaggiare gratis con la fotografia

Soprattutto se si è agli inizi della propria carriera fotografica, può essere molto utile farsi un portfolio fotografico. Ma per viaggiare c’è bisogno di un investimento a meno che non si decida di sfruttare la fotografia per farlo gratis, in che modo? Sono disponibili diverse associazioni e aziende, ma anche enti e attività che sono disposti ad ospitare dei fotografi dando vitto e alloggio, in cambio di foto e di servizi fotografici. In questo modo si avrà modo di viaggiare ma anche di iniziare a crearsi un portfolio.

Vendere foto sui siti di stocking

 Le fotografie a tema travel sono tra le più ricercate, il web offre tante opportunità per un fotografo alle prime armi, ma anche per i professionisti che vogliono aumentare il proprio business.

Ci sono diversi siti di stocking su cui è possibile mettere in vendita i propri scatti in cambio di qualche piccola commissione, tra i più famosi ci sono istockphoto, shuttershock, fotolia e 123RF.

Organizzare dei viaggi fotografici

Dopo aver fatto un po’ di esperienza come fotografo per viaggi e aver realizzato un buon portfolio fotografico, è possibile provare a puntare sull’organizzazione di viaggi fotografici che, consistono nell’accompagnare altre persone in giro per il mondo a scattare delle foto.

Il metodo più semplice per fare questo lavoro è quello di affidarsi a tour operator e siti che organizzano viaggi fotografici, quest’ultimi pagano il viaggio e riconoscono una commissione fissa. Il modo ideale per viaggiare gratuitamente e guadagnare come fotografo di viaggi.