I termosifoni vengono detti anche radiatori ed immettono aria calda nell’ambiente in due modalità differenti, per convenzione o per irraggiamento.

Come installare e sostituire un termosifone

postato da ItalicoPI il 11/08/2012
Categoria: Utilità - tags: impianto termoidraulico

Come è noto a tutti, i termosifoni sono strumenti indispensabili per garantire il calore della casa durante il periodo invernale. Definiti anche radiatori, i termosifoni sono composti da cavi in cui circola acqua calda a una temperatura compresa tra i 60 e gli 80 gradi.

Il materiale utilizzato è solitamente la ghisa, ma esistono anche quelli in alluminio e acciaio. In caso di clima molto freddo, si raccomanda di scegliere un impianto termoidraulico in ghisa perché è in grado di mantenere il calore molto più a lungo.

In zone con clima mite invece è opportuno scegliere quelli con acciaio o alluminio. Il sistema di riscaldamento avviene o per convenzione o per irraggiamento. Nella convenzione l’aria calda vicina al radiatore sale e smuove l’aria presente nell’ambiente. L’aria così smossa si sposta verso il basso per poi risalire nuovamente, una volta che è stata riscaldata grazie alla presenza di acqua ad alta temperatura.

Il tutto crea il cosiddetto moto convettivo. L’irraggiamento invece consiste nell’immissione di calore tra la superficie calda del radiatore e gli oggetti presenti nell’ambiente circostante. Risulta buona norma provvedere, di tanto in tanto, ad eliminare l’aria dei termosifoni utilizzando i cavi. In caso di mancato funzionamento del termosifone è necessario sostituirlo.

La sostituzione è decisamente più semplice se il nuovo radiatore da installare presenta le stesse dimensioni del precedente. Non sarà così necessario cambiare le tubazioni e le staffe a muro atte a sorreggere il radiatore.

Dopo aver rimosso il vecchio radiatore, non senza aver svuotato l’impianto, è necessario provvedere alla rimozione anche delle tracce di corrosione dovuti ai tappi di chiusura. Nel caso in cui il nuovo termosifone abbia misure differenti rispetto a quello vecchio, il lavoro risulta particolarmente complesso. Sarà necessario infatti fissare le nuove staffe e modificare le tubazioni.