In base a degli studi scientifici, più si consumano nella propria dieta degli isoflavoni, più si abbassa il rischio di sviluppare il tumore alla prostata. Una delle fonti migliori di isoflavoni...
postato da lucaro79 il 07/10/2010
Categoria: Salute e Benessere - tags: benessere e salute

In base a degli studi scientifici, più si consumano nella propria dieta degli isoflavoni, più si abbassa il rischio di sviluppare il tumore alla prostata. Una delle fonti migliori di isoflavoni è il trifoglio rosso. In molti conosceranno gli utilizzi officinali più popolari del trifoglio rosso. Si tratta di una pianta spesso utilizzata per purificare o ripulire il sangue e per ridurre le allergie.

Gli effetti del trifoglio rosso sulla prostata


Nel Maryland, l’Istituto Nazionale per la Salute sta conducendo uno studio che coinvolge le cellule cencerogene del cancro alla prostate umana e le cellule stromali fatte crescere allo stesso tempo in una coltura di laboratorio. I ricercatori stanno osservando come il DHEA e il trifoglio rosso influiscano sulla prostata. Gli integratori di DHEA sono assunti da molti uomini con lo scopo di invertire il processo di invecchiamento.

Nonostante il DHEA e trifoglio rosso, se utilizzati in combinazione, mostrano una serie di potenziali effetti positivi, il DHEA potrebbe non avere un buon effetto su alcune cellule, come quelle pre cancerogene o tessuti infiammati, in quanto queste cellule possono portare il DHEA a degli effetti androgenici. Tuttavia, gli isoflavoni presenti nel trifoglio rosso possono alterare gli effetti androginici nella prostata causati dal DHEA.

Tuttavia, è ancora tutto da vedere, e quindi è ancora presto per parlare in quanto vi è ancora molto lavoro sia di laboratorio che clinico da effettuare per poter stabilire la validità degli integratori. Sembra, tuttavia, che l’utilizzo del trifoglio rosso sia sicuro.

Altri utilizzi del trifoglio rosso

Si tratta di una pianta ricca di nutrienti compresi cromo, tiamina, niacina, calcio, fosforo, magnesio, potassio e vitamina C. Per questa ragione gli erboristi considerano il trifoglio rosso come un tonico generale. Il suo alto contenuto di isoflavoni rende il trifoglio rosso ottimo per alleviare i sintomi della menopausa come le vampate, per migliorare la salute cardiovascolare e per diminuire il rischio di osteoporosi.

Le pomate di trifoglio rosso sono spesso applicate sulla pelle con problemi di eczema, psoriasi e altri sfoghi cutanei. Il trifoglio rosso è inoltre utilizzato per la cura della tosse nei bambini. Le donne in gravidanza o durante l’allattamento non devono tuttavia assumere il trifoglio rosso.

Per sapere di piu' sul vostro benessere e salute potete visitare la nostra farmacia on line Farmacia-Ita

Fonte: http://www.farmacia-ita.com/