con pochi e semplici accorgimenti è possibile fare delle belle foto, divertenti e originali, per un ricordo duraturo nel tempo.

Come fare foto professionali a una festa dei 18 anni

postato da ela2015 il 05/05/2017
Categoria: Servizi - tags: feste 18 anni + fotografi + fotografie
festa 18 anni

Il diciottesimo compleanno è uno di quegli eventi da immortalare con il ricordo di una fotografia. Anche se non si intende organizzare una festa per i 18 anni in pompa magna, le foto non mancano mai, soprattutto in questa epoca digitale, dove chiunque riesce a fare foto di discreta qualità anche con uno smartphone. Tuttavia, una bella foto, con le luci giuste e i filtri adatti rende il ricordo di quel diciottesimo compleanno molto più suggestivo. Certo, tutto è molto più semplice e gradevole se ci si rivolge a un fotografo professionista oppure ci si affida al servizio fotografico incluso dai gestori dei locali in cui si organizzano o si allestiscono feste 18 anni Roma:una location che offre servizi all inclusive con fotografo professionale è, per esempio, il Papillon Club. Tuttavia, con pochi e semplici accorgimenti è possibile fare delle belle foto, divertenti e originali, per un ricordo duraturo nel tempo.

I trucchi per fare foto professionali ad una festa dei 18 anni

Per la festa dei 18 anni, è meglio mettere da parte lo smartphone – per quanto belle possano essere le foto che vi si possono scattare – e lasciare il posto ad un’attrezzatura più adeguata. Non servono macchine fotografiche professionali, è sufficiente una reflex compatta con obiettivo e zoom e un range focale dai 18 mm ai 105 mm. L’obiettivo fisso, infatti ha il vantaggio di offrire una maggiore luminosità, senza dover ricorrere necessariamente al flash. Infatti, uno degli errori più frequenti che si fanno quando si fotografano delle feste è l’utilizzo del flash. Anche se il flash si utilizza proprio nelle circostanze di scarsa illuminazione, le foto “flashate” risultano spesso inespressive, con i volti piatti e un gioco di ombre innaturali e brutte da vedere. L’ideale è sfruttare la luce naturale e compensare la scarsa illuminazione aprendo il diaframma e aumentando gli ISO. Questa regola vale soprattutto per i flash incorporati (per quelli esterni, invece, si possono creare delle belle foto a contrasti di luce).

Tra gli elementi poco considerati, ma molto importanti, quando si scattano le foto di una festa al chiuso è il bilanciamento del bianco. Le foto scattate all’interno di una casa o di un locale presentano spesso dei colori e delle luci dominanti che poi necessitano di essere corrette in post-produzione qualora si desidera stamparle. È opportuno, dunque, regolare i toni del bianco della propria macchina fotografica. Solitamente la modalità “automatico” offre dei buoni risultati, ma in presenza di più fonti di luce (naturale e artificiale) è preferibile intervenire manualmente inserendo i parametri più adatti alla situazione corrente oppure fare dei tentativi con le varie impostazioni (tungsteno, nuvoloso, seppia, fluorescente e così via).

Un altro errore da evitare quando si fotografa una festa è la ricerca forzosa della posa e della composizione. Ci sono momenti che è bene immortalare nella loro naturalezza e spensieratezza, per rendere gli scatti più emozionanti e più sinceri. Tuttavia, è importante fare attenzione agli sfondi, evitare di tagliare volti o braccia degli invitati o del festeggiato e di scattare sempre ad altezza degli occhi per evitare di schiacciare o allungare troppo i soggetti fotografati.

È indiscutibile che per fare tutto questo richiede un minimo di tecnica e di conoscenza della propria macchina fotografica che permetta sempre di impostare i parametri anche manualmente per consentire il controllo totale in qualsiasi situazione ci si trovi.