CITTASLOW in FESTIVAL DINNER MUSIC Orvieto SUONI E SAPORI D’AUTORE Abbinamento di eccellenze tra musica e cibo. sabato 6 marzo 2010

CITTASLOW in FESTIVAL DINNER MUSIC orvieto

postato da Abcventiquattro Newsabc il 01/03/2010
Categoria: Eventi - tags: citta slow + musica + orvieto
citta slow orvieto

CITTASLOW in FESTIVAL

DINNER MUSIC #12 Orveto  SUONI E SAPORI D’AUTORE

Abbinamento di eccellenze tra musica e cibo sabato 6 marzo 2010

  • Todi –Sala Dell’Arengo
  • FABRIZIO BOSSO & IRIO DE PAULA duo
  • FABRIZIO BOSSO, tromba
  • IRIO DE PAULA,chitarra,voce
  • Cittaslow ospite:Orvieto


Sabato 6 marzo per il secondo appuntamento, Cittaslow in Festival, Organizzato dal Gruppo Cramst, Cittaslow e da Il Palazzo del Gusto,con la direzione artistica di Riccardo Stefanini, si sposta nella vicina Todi,nella Sala Dell’Arengo,grazie alla collaborazione con l’Amministazione Comunale,con il concerto dello straordinario duo composto da Fabrizio Bosso, uno dei migliori trombettisti del jazz contemporaneo che incontra il chitarrista brasiliano Irio De Paula e con il menu presentato dalla cittaslow di Orvieto.Consolidato, timbricamente insolito, geograficamente una scommessa. Il duo formato da Irio De Paula, chitarra, e Fabrizio Bosso, tromba, colpisce per inventiva, logica strutturale, sentimento, lirismo, capacità di raccogliere tutto ciò che la storia e lo studio ha messo a loro disposizione.

I due si sono incontrati casualmente, dando vita ad un album, “Once I Loved” (Philology 2003) che restituisce la magia del jazz: prima non si conoscevano, dopo si sono amati.

“Un vero talento anche dal punto di vista umano”.

Irio De Paula adora Bosso. E dal vivo, ancor più che in studio, lo sostiene, armonicamente e ritmicamente, con quel piglio tutto brasiliano. Nell’alternarsi continuo tra cadenze popolari – di matrice brasiliana - ed approccio jazz, il duo sviluppa una ricerca musicale sofisticata, senza cadere nella trappola dell’eccesso di manierismo che sovente accompagna chi si prodiga al di fuori dei propri confini di genere.Il repertorio si risolve tra riletture obbligatoriamente originali di standard, musica popolare brasiliana di Antonio Carlos Jobim, Marcos Valle e molto spazio, naturalmente, all’improvvisazione e all’interpretazione istantanea. Irio e Fabrizio hanno registrato anche un altro disco, “Four For Jazz”, realizzato in quartetto con Moriconi e Manzi.

Fabrizio Bosso, consacrato come uno dei migliori trombettisti contemporanei, è un leader carismatico, dotato di una tecnica ineccepibile e di un linguaggio unico e personale. E' stato protagonista sul palco del Festival di Sanremo 2008 con Sergio Cammariere, con cui stabilmente è in tour ed ha già inciso due CD's, inoltre, con il suo gruppo gli High Five, Bosso ha inciso il brano di successo mondiale "This is what you are" con Mario Biondi, e collabora molti grandi artisti del panorama musicale.Ha recentemente vinto il referendum “Top Jazz”,promosso dalla rivista Musica Jazz come miglior disco dell’anno e come miglior trombettista italiano. Irio De Paula è un chitarrista straordinario dotato di una grande tecnica e capacità espressiva, un maestro della musica brasiliana, definito dalla critica "il più affascinante dei chitarristi brasiliani", un vero virtuoso dello strumento, ed è inoltre, uno dei migliori suonatori al mondo di cavaquinho (piccola chitarra con quattro corde,strumento tipico brasiliano).De Paula ha suonato ed inciso con Armando Trovajoli, Ennio Morricone e Chico Barque ed è stato ospite nei principali programmi musicali della Rai e Mediaset ed inoltre come solista, ha suonato con l'Orchestra Sinfonica di San Remo e Modigliani di Toscana oltre a quelle di Lecce e Palermo, nonchè, ha suonato e cantato il brano "A criança" nella colonna sonora del film-cult "L'ultima neve di primavera" e a NY, si è esibito al "Birdland" sia da solo che come ospite del trombettista brasiliano Claudio Roditi e con David Sanchez, inoltre è richiestissimo anche nell'ambito jazz da artisti come Gato Barbieri, Toots Thielemans, Buster Williams, Phil Woods, Bobby Durham, Jimmy Cobb, Lee Konitz, Renato Sellani, Gianni Basso, Cidinho Teixeira, F.Cerri.

Fabrizio Bosso è un artista tecnicamente impeccabile, dotato di una grafia personale, in cui il colore e la dinamica del suono non sono mai scontati, il senso dello swing è spinto agli eccessi, la tensione creativa è costante anche nell'interpretazione di standard. Oltre ad aver svolto attività concertistica sotto la direzione di George Russell, Kenny Wheeler, Dave Liebman, Carla Bley e Steve Coleman, è stato ultimamente reclutato da Charlie Haden per alcune tappe del tour promozionale del nuovo album della Liberation Music Orchestra. Nel 1999 viene votato come "Miglior Nuovo Talento" del jazz italiano dal referendum della rivista "Musica Jazz", e collabora stabilmente nei gruppi di Giovanni Mazzarino, Salvatore Bonafede ed Enrico Pieranunzi. Fonda, assieme a Scannapieco, gli High Five, suona in duo con Rossano Sportiello in un omaggio ad Armstrong, in trio con D'Andrea e Petrella, nel suo quartetto con Mannutza, Bulgarelli e Tucci, ed incide diversi progetti come leader e co-leader. Fortunata anche la collaborazione al fianco di artisti confinanti con l'estetica jazz come Sergio Cammariere, Mario Biondi e Nicola Conte. Ha recentemente vinto il referendum “Top Jazz”,promosso dalla rivista Musica Jazz come miglior disco dell’anno e come miglior trombettista italiano.

www.fabriziobosso.com

Irio De Paula è nato a Rio De Janeiro ed è uno straordinario chitarrista, dotato di tecnica e feeling trascendenti che lo fanno ritenere un maestro, o meglio, " il Maestro " da parte di tutti i musicisti (non solo chitarristi) che "lavorano" nel genere brasiliano. Tutta la sua musica (stile strumentale, senso del ritmo, composizione) proviene dalle più pure ed autentiche origini brasiliane. Irio è uso venare di jazz la musica popolare del suo paese natale confrontandosi anche con altri patrimoni folcloristici in cui la tradizione afroamericana e quella sudamericana si incontrano e crescono insieme, infatti, letteralmente giganteggia nella bossa, nella samba, nelle ballads e nei brani di sua composizione toccando ogni brano con passione e con stile raffinato, rendendo particolari anche i brani più abusati come quelli di Jobim e Lobo, imprimendo il marchio della sua personalità, esprimendo nei tempi più mossi, con contagiosa efficacia, la sua irrefrenabile gioia di vivere e, in quelli lenti, il suo mondo introspettivo e malinconico. Irio si è avvicinato alla chitarra molto presto, legandosi a personaggi della musica popolare brasiliana come Paulo Moura, Baden Powell, Rauzinho, Eumir Deodato, Juarez ed esibendosi spesso al fianco di Astrud Gilberto e Chico Buarque con i quali ha esplorato la samba, la bossa nova e il folclore del suo paese. In ambito jazz vanta una cospicua discografia come leader ed ha partecipato ad incisioni di Sal Nistico, Steve Grossman, Dannie Richmond, Archie Shepp, Ray Mantilla e molti altri.

www.iriodepaula.com

.La Cittàslow ospite è Orvieto con lo chef Andrea Taddei e Francesco Abbatepaolo del gruppo CRAMST che presenteranno questo menù studiato dalla condotta slowfood di Orvieto:. Antipasto :

  • Lumachella orvietana e torta al formaggio con una selezione delle eccellenze della norcineria di Scianca;
  • Primo :Vellutata di lenticchie e crostini al paté di lenticchie dell’Alfina Umbrichelli fave e baffo ;
  • Secondo : Ossobuco di chianina con cicerchie al rosmarino dell'Alfina e verdure di stagione degli orti orvietani;Piccola degustazione di formaggi orvietani;
  • Dolce : Pizza di pasqua dolce in zuppa inglese

Vini Aziende Agricole Cirulli– Ficulle.

Info e prenotazioni:

0763 343302

Tutte le cene sono con servizio al tavolo

con inizio puntuale alle ore 21.00

cui seguirà il concerto del gruppo previsto dalle

ore 22.15

I menù saranno costituiti da: antipasto, primo piatto, secondo piatto, contorno, dessert, caffè , vini ed acqua minerale.

Costo a persona cena e concerto 40 euro