Nel mese di luglio ha preso il via il programma di CCS Italia per la costruzione di cinque case a beneficio di altrettante famiglie che vivono con minori orfani e vulnerabili nel Distretto di...
Bambini mozambicani sostenuti da CCS Italia

Nel mese di luglio ha preso il via il programma di CCS Italia per la costruzione di cinque case a beneficio di altrettante famiglie che vivono con minori orfani e vulnerabili nel Distretto di Vilankulo, in Mozambico. Due delle cinque case previste sono già state concluse, rispettivamente nelle comunità di Machoco e Chibuene.

Contemporaneamente, nei distretti di Marracuene e Moamba, è stata realizzata la distribuzione dei kit alimentari e igienico-sanitari a 60 famiglie vulnerabili e, con l’occasione, sono stati aggiornati i dati sulle loro condizioni di vita. Come consuetudine di CCS Italia, l’attività è stata realizzata in collaborazione con i comitati scolastici locali e i tecnici dei servizi sociali. 

In un’altra area del paese, a Boane, lo staff di CCS Italia ha identificato in queste ultime settimane sei bambini orfani e vulnerabili: tutti hanno potuto contare su una prima assistenza e sono stati inseriti nel programma che CCS Italia Onlus ha creato a tutela dei piccoli più esposti a povertà ed esclusione sociale.

Questo programma individua periodicamente i gruppi familiari colpiti da maggiori difficoltà, casi solitamente legati alla morte dei genitori (e alla conseguente presa in carico dei bambini da parte di zii, nonni o altre persone anziane e già bisognose di aiuto) oppure alla perdita di lavoro di questi ultimi. A tutti i beneficiari viene garantito un kit alimentare di base, consegnato mensilmente, e un cambio completo di vestiario. Per le situazioni familiari più difficili, in cui ai bambini e ai loro tutori viene a mancare un tetto sotto il quale abitare, vengono costruite anche nuove abitazioni.

CCS Italia onlus ha l’obiettivo di allargare sempre di più il numero di beneficiari di questo programma grazie all’aiuto dei propri sostenitori.

Fonte: http://www.ccsit.org/ebone.php?app=ebone&eboneID=e4f66452582e101039a710350b2d0b41&mod=news_index