La beffa dei fondi bloccati per i teatri di Roma: Sistina, Ambra Jovinelli, Della Cometa, Parioli, Quirino e Vittoria saranno rappresentati dall’avvocato Carlo Malinconico
postato da webofficecm il 21/12/2017
Categoria: Cultura e Società - tags: carlo malinconico

Il trattamento di favore riservato al Teatro Eliseo al centro del caso che sta infiammando la cultura romana. Sistina, Ambra Jovinelli, Della Cometa, Parioli, Quirino e Vittoria hanno scelto l'avvocato Carlo Malinconico per rappresentarli.

Carlo Malinconico

Carlo Malinconico rappresenterà i piccoli teatri nel Caso Eliseo

8 milioni di euro: questa la cifra prevista dal governo per il Teatro Eliseo, una manovra che ha destato i dubbi e le ire della concorrenza. Una somma rimasta tale solo sulla carta: 4 milioni, infatti, sono stati ragionevolmente dirottati per favorire le attività culturali nei territori delle Regioni interessate dagli eventi sismici del 24 agosto 2016, mentre gli altri 4 sono sub judice in seguito al ricorso presentato da chi ha visto nelle assegnazioni un trattamento di favore riservato a Luca Barbareschi. Sistina, Ambra Jovinelli, Della Cometa, Parioli, Quirino e Vittoria sono infatti determinati a risolvere la questione e hanno scelto Carlo Malinconico, titolare dello Studio Legale Malinconico, per rappresentarli. Dopo aver partecipato alla procedura per l'ottenimento dei contributi statali per il triennio 2015 - 2017, ricevendo molto meno dell'Eliseo, i teatri hanno infatti assistito a uno stanziamento extra da 8 milioni secondo l'opinione degli addetti ai lavori assolutamente ingiustificabile. I numeri sembrano parlare chiaro: laddove l'Eliseo nel 2017 ha ottenuto finanziamenti per circa un milione, gli altri teatri navigano tra i 500mila euro del Vittoria e i 40mila del Quirino. Ed è proprio quest'ultimo ad avere un totale di abbonati (6.000) decisamente superiore a quello dell'Eliseo (meno di 1.000). Un caso che si preannuncia molto spinoso.

Carlo Malinconico: l'iter professionale

Carlo Malinconico studia a Trieste, città che ama molto, prima di trasferirsi a Milano, dove si laurea a pieni voti in Giurisprudenza nel 1972. Divenuto procuratore legale nel 1976 e superati i concorsi pubblici in magistratura e a Procuratore dello Stato, viene assegnato all'Avvocatura dello Stato di Milano, ruolo che svolge fino al 1985. Nel 1984 supera un altro concorso pubblico, quello per diventare Consigliere di Stato, ricoprendo tale carica dal 1985 al 2002. Nel 2003 avvia lo Studio Legale Malinconico, boutique specializzata in materia di diritto amministrativo, diritto dell'unione europea, diritto civile dei contratti e dei danni e diritto penale amministrativo. Presidente della Fondazione Italiana Editori Giornali dal 2008 al 2011, Carlo Malinconico è stato anche Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Governo Monti con delega all'editoria, agli affari regionali e al coordinamento amministrativo (dal 2011 al 2012). All'attività professionale ha alternato quella nell'ambito dell'insegnamento universitario. Docente nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Udine (2002 - 2005), passa successivamente all'Università Tor Vergata di Roma (2005-2011); attualmente insegna diritto costituzionale all'Università di Salerno e diritto della regolazione dei trasporti nel Master dell'Universitas Marcatorum.

Fonte: http://www.cultura360.eu/tag/carlo-malinconico/