Una caldaia a condensazione è molto simile come aspetto a una tradizionale caldaia. Ma il suo funzionamento è invece molto diverso. Vediamo nello specifico come funziona.

Caldaia a condensazione: come funziona questo tipo ti caldaia?

La caldaia a condensazione è molto simile come aspetto a una tradizionale caldaia. Ma il suo funzionamento è invece molto diverso. Vediamo nello specifico come funziona. La specificità della caldaia a condensazione sta nel meccanismo di funzionamento interno della stessa.

Infatti questo tipo di caldaia riesce a recuperare una buona parte del calore latente proveniente dai fumi, prima che questi vengano espulsi dal camino. Questo circolo permette un enorme risparmio sia in termini energetici che economici. Infatti il quantitativo di calore che non viene espulso, viene utilizzato per preriscaldare l’acqua di ritorno dall’impianto. Conseguentemente, la temperatura dei fumi sarà minore e l’acqua d’ingresso avrà una temperatura maggiore quindi avrà bisogno di una minore temperatura focolare.

Questo permette due conseguenze fondamentali: la prima è il risparmio energetico, che si materializza in scelta ecologica. La seconda è il risparmio economico. Perché chiaramente consumando meno, si spende meno. Quando si parla di prezzi caldaia a condensazione dobbiamo valutare anche la spesa e il consumo che questo tipo di impianto ha. Infatti lo scopo principale di un impianto a condensazione è proprio il risparmio.

Questo tipo di caldaia ad acqua calda permette al vapore acqueo di condensare, e conseguentemente di recuperare il calore latente di condensazione e avere una maggiore efficienza energetica.

QUALI SONO I VANTAGGI?

• Ottima efficienza energetica, fino al 98%

• Basse emissioni di sostanze inquinanti grazie alla tecnologia a condensazione

• I consumi scendono di circa il 30% rispetto ad una caldaia tradizionale

• Bassi costi di investimento

• Ampliamento flessibile, cioè con i collettori solari, le pompe di calore, bollitori e sistemi di controllo

Il prezzo di una caldaia a condensazione è quindi strettamente correlati al risparmio energetico. Perché questo sia possibile, la temperatura dell’acqua in ingresso alla caldaia deve necessariamente essere più bassa rispetto alle caldaie standard. Queste caldaie hanno, nella maggior parte dei casi, un bruciatore a premiscelazione che aumenta l’efficienza della caldaia e contemporaneamente riduce le emissioni di monossido di carbonio.