Buche «killer». Anche a Squinzano sfiorata la tragedia per un “cratere” su via Diaz. Lo “Sportello dei Diritti”: serve più vigilanza dei comuni e degli enti preposti alla manutenzione delle...

Buche «killer». Anche a Squinzano sfiorata la tragedia per un “cratere” su via Diaz.

giovanni d'agata

 

Buche «killer». Anche a Squinzano sfiorata la tragedia per un “cratere” su via Diaz. Lo Sportello dei Diritti”: serve più vigilanza dei comuni e degli enti preposti alla manutenzione delle strade

 

 

 

Sono anni che continuiamo a denunciare un problema che è diffuso su tutto il territorio nazionale e che riguarda tutte le realtà locali e non solo: quello della scarsa manutenzione delle strade ed in particolare del fenomeno che continuiamo a chiamare delle buche «killer». Non passa giorno, infatti, che noi dello Sportello dei Diritti” non riceviamo segnalazioni da parte di cittadini indignati o danneggiati dalla presenza di veri e propri crateri sulle strade. In data odierna, per esempio, ci è stato, segnalato uno di questi a Squinzano, per la precisione su via Diaz nei pressi del sottopassaggio ferroviario, dopo che un motociclista per poco non ci lasciava le penne. E le immagini, ancora una volta, la dicono tutta: una buca profonda fra l’asfalto e i san pietrini proprio al centro della carreggiata. Un pericolo per l’incolumità non solo dello sfortunato motociclista, ma di chiunque vi transiti e che costituisce l’emblema di ciò che accade nei nostri comuni dove la manutenzione ordinaria delle strade, continua a restare, purtroppo, un miraggio. Da parte nostra, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, continueremo a segnalare, denunciare e a pretendere dalle amministrazioni comunali e dagli enti proprietari o gestori delle strade che si vigili con più frequenza e assiduità perché la sicurezza stradale non passa solo dagli automobilisti, ma in primo luogo proprio da chi custodisce le pubbliche vie.