© foto di Daniele Buffa/Image Sport La gara contro il Messico potrebbe essersi rivelata fatale. Leonardo Bonucci, dopo la brillante stagione disputata con la maglia del Bari e l'esordio...
postato da artvvf il 06/06/2010
Categoria: Calcio - tags: sport
bonucci la telenovela
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La gara contro il Messico potrebbe essersi rivelata fatale. Leonardo Bonucci, dopo la brillante stagione disputata con la maglia del Bari e l'esordio positivo in Nazionale contro il Cameroun, ha steccato (nonostante la soddisfazione personale per il gol realizzato) l'amichevole contro il Messico, la prima delle due previste dallo staff della Nazionale in vista del mondiale del Sudafrica.
Un errore di valutazione sul primo gol messicano, un paio di errori altrettanto gravi in fase di impostazione (palla centrale rasoterra intercettata dagli avversari che potevano costare altrettanti gol) e scarsa reattività negli uno contro uno, frutto quest'ultima della condizione precaria a causa dei carichi di lavoro sopportati nella preparazione del Sestriere.
Se a questo, aggiungiamo che i suoi principali rivali nel ruolo, ovvero Chiellini e Bocchetti, hanno fatto bene contro la Svizzera ieri, nella seconda amichevole di preparazione in programma, ecco che l'equazione è bella e fatta. Bonucci pagherà comunque anche per colpe non sue: la condizione fisica sua e di tutti gli altri calciatori azzurri, nella gara contro il Messico, era troppo brutta per essere vera. Ma tant'è e purtroppo il CT Marcello Lippi non gli ha concesso la prova di appello contro i rossocrociati. Le scelte del mister tuttavia, potrebbero essere condizionate dalle condizioni di Chiellini: il difensore juventino è reduce da un infortunio muscolare e le scorribande sulla fascia potrebbero essere letali. E allora la prudenza potrebbe far propendere per un suo impiego al centro, con  il conseguente inserimento di Criscito nel ruolo di terzino sinistro.
Bonucci quindi potrebbe veder ridimesionato il suo impiego al mondiale. Conoscendo la grinta di Leonardo, comunque, siamo certi che egli lavorerà sodo in questi giorni per riconquistare la fiducia del mister, che crede comunque molto nel ragazzo. Il mondiale è lungo e logorante e, al momento opportuno, il centrale difensivo viterbese saprà sicuramente farsi trovare pronto.

Fonte: http://www.tuttobari.com/