L’attività sulle blockchain bitcoin ed ethereum segnala una ripresa rispetto all’attività di marzo. Il mese scorso, in concomitanza con l’importante correzione della quotazione delle 2...
postato da Paige_Net il 09/04/2020
Categoria: Economia - tags: bitcoin + bitcoin ed ethereum + blockchain + btc + criptovalute + eth + ethereum + hashrate
bitcoin

L’attività sulle blockchain bitcoin ed ethereum segnala una ripresa rispetto all’attività di marzo.

Il mese scorso, in concomitanza con l’importante correzione della quotazione delle 2 criptovalute, il consumo di energia sui network aveva subito cali, marcati soprattutto per bitcoin .

Indice di ridotto interesse da parte dei miner, in particolare per la criptovaluta numero 1.

Bitcoin ed ethereum hanno comunque mostrato delle divergenze nei grafici dei rispettivi hashrate, nonostante la convergenza dei downtrend seguito ora da una ripresa.

La prima infatti dopo il crollo a 94,158 TH/s del 22 marzo oggi ha recuperato risalendo a 103,937 il 5 aprile. Il prezzo attuale di un BTC è di circa $ 7.136 e la capitalizzazione ammonta a 130 miliardi di dollari.

La blockchain su cui circola ETH invece segnava 171,78 GH/s il 22 del mese scorso e 175,373 GH/s ieri. La quotazione odierna di un ETH è di 162 dollari e il market cap sfiora i 18 miliardi $.

L’andamento degli hashrate fra le 2 blockchain mostra insomma scostamenti marcati per la prima e meno rilevanti per la seconda. Nella prima parte di marzo anzi quello di ethereum non presentava ancora riduzioni significative.

Questo avviene sia per il diverso volume di transazioni e mining – maggiore per bitcoin-, sia per le differenze fra i protocolli dei 2 network.

L’incremento di attività sulle piattaforme bitcoin ed ethereum rappresenta anche una buona notizia sul fronte della sicurezza. Maggiore è il numero di nodi operanti, minore è il rischio di un attacco 51%.

In caso di calo importante, il pericolo potrebbe interessare soprattutto la blockchain di ETH, dato il minor dispendio energetico e relativo costo necessario a un’aggressione.

Ethereum è comunque in procinto di passare al PoS. Fra i cambiamenti previsti con il nuovo protocollo di convalida ci sarà anche una riduzione dell’hashrate. La sicurezza invece dovrebbe essere garantita da una buona implementazione dello staking.

Fonte: https://criptovalute247.it/bitcoin-ed-ethereum-good-news-dagli-hashrate/