Solamente perché sono un sostenitore della carne di manzo per via del suo alto contenuto di proteine, non significa che non riconosca i rischi associati al consumo di carni rosse. Infatti,...
postato da lucaro79 il 05/10/2010
Categoria: Salute e Benessere - tags: carni rosse

Solamente perché sono un sostenitore della carne di manzo per via del suo alto contenuto di proteine, non significa che non riconosca i rischi associati al consumo di carni rosse. Infatti, considero un dovere mostrare qualsiasi risultato di qualsiasi ricerca che mette in luce i rischi associati a questo stile di vita.

Voglio quindi menzionare in maniera dettagliata un nuovo studio condotto dall’Istituto Nazionale per i Tumori che mostra un allarmante cambiamento nella percentuale di mortalità associata al regolare consumo di carni rosse. Mostra infatti che tale regolare assunzione di carni rosse da sola è sufficiente ad innalzare il rischio di morte per qualsiasi causa.

Informazioni sul consumo di carne

Coloro che consumano abbondanti porzioni di carni bianche corrono un rischio di mortalità minore, in particolare di cancro. Questo studio ha interessato più di 500.000 persone e fa parte del NIH-AARP Dieta e Studio sulla Salute.

Ulteriori analisi effettuate dallo studio hanno portato alla luce che il 20% con il più alto consumo di carni rosse era composto dalle stesse persone con il più alto rischio di mortalità per qualsiasi causa, mentre il 20% con il più basso consumo di carni rosse aveva il più basso rischio di mortalità generale. Un risultato ancora più sorprendente potrebbe essere che il 20% con il più alto consumo di carni bianche aveva in rischio leggermente più basso di mortalità per qualsiasi causa rispetto al 20% con il più basso consumo di carni bianche.

Anche per l’aumento dei casi di tumore tra i consumatori di carni rosse, è stato postulato che cucinare le carni rosse ad alte temperature potrebbe essere almeno parzialmente responsabile dell’aumento dei casi di tumore in quanto la rende la carne rossa cancerogena per coloro che la consumano.

Un’altra parte dell’equazione potrebbe essere contenuta nella grande quantità di grassi saturi che tendono ad accompagnare le carni rosse. È noto che alti livelli di consumo di grassi saturi sono correlati ai tumori al seno e colorettali.

Allora qual è a conclusione? Cosa ci dice questo studio? Una domanda anche migliore potrebbe essere: “Che cosa manca in questo studio?” Per esempio, non sappiamo se coloro che consumano più carne la mangiano al posto delle quotidiane porzioni di frutta e verdura. Si sa infatti che un consumo giornaliero di frutta e verdura abbassa il rischio di mortalità dovuta a diverse cause.

In aggiunta, non sappiamo se le persone sulle quali lo studio è stato effettuato mangiano delle carni rosse grasse o dei tagli più magri. Ovviamente ancora non possiamo sapere con certezza quello che significa uno studio isolato a questo punto, ma quello che sappiamo è che bisogna mangiare molta frutta e verdura ogni giorno e che sarebbe meglio optare solo per i tagli di carni rosse magre.

Per leggere altri articoli sul benessere e salute entrate adesso nell nostra farmacia on line Framacia-Ita

Fonte: http://www.farmacia-ita.com/