Bimbo ingoia pillole, Novartis e Sandoz ritirano negli USA 12 farmaci per problemi delle confezioni «non ottimali». Alcuni lotti di diversi farmaci inclusi nel richiamo a causa dell'imballaggio...

Bimbo ingoia pillole, Novartis e Sandoz ritirano negli USA 12 farmaci per problemi delle confezioni «non ottimali».

giovanni d'agata

 

Bimbo ingoia pillole, Novartis e Sandoz ritirano negli USA 12 farmaci per problemi delle confezioni «non ottimali». Alcuni lotti di diversi farmaci inclusi nel richiamo a causa dell'imballaggio non soddisferebbero gli standard federali americani di custodia dei bambini.  

 

 

 

Negli Stati Uniti sono stati richiamati dodici farmaci da Sandoz Inc. e dalla sua affiliata Novartis Pharmaceuticals Corp.. A dichiararlo una nota ufficiale delle aziende interessate resa pubblica in data di ieri, perché la loro confezione non soddisfa i requisiti federali statunitensi per la resistenza dei bambini. Non ci sono problemi di qualità o di sicurezza relativamente ai medicinali richiamati e i pazienti dovrebbero continuare a usarli come prescritto, hanno precisato i colossi farmaceutici. I prodotti richiamati includono alcuni lotti di risperidone ODT, donepezil ODT, naratriptan, ODD di ondansetron, ondansetron compresse e Zofran ODT (ondansetron) in confezioni di blister card. Inoltre, sono stati richiamati azitromicina, aloperidolo, imipramina, ISDN (isosorbide dinitrato), perfenazina e Entresto (sacubitril / valsartan) in blister per dose unitaria in ospedale. Sono tutti farmaci da prescrizione venduti a livello nazionale presso cliniche e farmacie tra settembre 2016 e giugno 2018, secondo la US Consumer Product Safety Commission. La maxi procedura di richiamo è stata conseguente ad un report relativo a un bambino che avrebbe ingerito l'aloperidolo da un blister, ha detto l’ente federale. I prodotti erogati in bottiglia non sono interessati da questo richiamo, secondo la dichiarazione. I pazienti dovrebbero immediatamente salvaguardare i cartoncini in blister e rimuoverli dalla vista e dalla portata dei bambini, hanno comunicato le aziende che hanno ricordato che per ulteriore aiuto o informazioni, i pazienti possono chiamare 1-888-NOW-NOVA.

 

Per azitromicina, il numero di codice nazionale del farmaco per cartoni è pari a 0781-5776-69 e il numero di NDC interessato per i blister è 0781-5776-06. Per donepezil ODT, i numeri NDC interessati sui cartoni sono 0781-5276-64 e 0781-5277-64 ei numeri NDC interessati per i blister sono 0781-5276-06 e 0781-5277-06.

 

Per l'aloperidolo, i numeri NDC interessati sono 0781-1391-13, 0781-1392-13, 0781-1393-13, 0781-1396-13 e 0781-1397-13.

 

Per imipramine, i numeri NDC interessati sono 0781-1764-13 e 0781-1766-13.

 

Per ISDN (Isosorbide dinitrate), i numeri NDC interessati sono 0781-1556-13 e 0781-1695-13.

 

Per naratriptan, il numero di NDC interessato per i cartoni è 0781-5527-37 e il numero di NDC interessato per i blister è 0781-5527-06.

 

Per l'ODT di ondansetron, i numeri NDC interessati per i cartoni sono 0781-5238-64, 0781-5239-80 e 0781-5239-64 ei numeri NDC interessati per i blister sono 0781-5238-06 e 0781-5239-06.

 

Per l'ondansetron, l'unico numero NDC interessato è 0781-1681-33.

 

Per il forphenazine, i numeri di NDC interessati sono 0781-1046-13, 0781-1047-13 e 0781-1048-13.

 

Per il risperidone ODT, i numeri NDC interessati per i cartoni sono 0781-5310-08, 0781-5311-08, 0781-5312-08, 0781-5313-08 e 0781-5314-08, ei numeri di NDC interessati per i blister sono 0781-5310-06, 0781-5311-06, 0781-5312-06, 0781-5313-06 e 0781-5314-06.

 

Per le compresse Entresto (sacubitril / valsartan), i numeri NDC interessati per i cartoni sono 0078-0659-35, 0078-0777-35 e 0078-0696-35, ei numeri NDC interessati per i blister sono 0078-0659-61, 0078 -0777-61 e 0078-0696-61.

 

Infine, per Zofran ODT (ondansetron), i numeri NDC interessati per i cartoni sono 0078-0679-19 e 0078-0680-19, e i numeri NDC interessati per i blister sono 0078-0679-61 e 0078-0680-61.

 

Per ulteriori informazioni - ricorda Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” che precisa che i farmaci ed i lotti interessati non risulta, almeno per il momento, riguardino il mercato europeo ed italiano - i consumatori possono visitare il sito web delle case farmaceutiche interessate.