Vale la pena di controllare l'aereo con la massima attenzione prima di sbarcare.

Biancheria intima tra gli oggetti lasciati a bordo degli aerei

postato da dagata il 06/09/2012
Categoria: Italia - tags: aerei + biancheria intima + giovanni d agata + oggetti + sportello dei diritti
giovanni d'agata

Vale la pena di controllare l'aereo con la massima attenzione prima di sbarcare. Non si sa mai, potreste aver lasciato alle spalle un libro, la fotocamera ...  o anche la biancheria intima!

 

Un sondaggio di Skyscanner rivela che nei cieli si perde e si trova di tutto.

Un terzo dei passeggeri intervistati hanno dichiarato di aver lasciato oggetti di valore superiore a  200 euro, tra cui telecamere, iPad e console di gioco. Ma vi è anche un cinque per cento che si è ritrovato in una situazione da incubo per avere dimenticato i passaporti o documenti di viaggio.

Dopo i libri (18 %), gli oggetti più comunemente dimenticati sono i telefoni cellulari (9 %), riviste o quotidiani (%) e un capo d'abbigliamento (anche 8 %).

Non mancano addirittura passeggeri che hanno lasciato le loro fedi nuziali, dimenticanza che hanno dovuto giustificare una volta tornati a casa all’altro coniuge.

Tra le tante cose che sono state smarrite sugli aerei vi sono, pensate, anche dentiere e tra questi, spiegano gli addetti ai lavori, è frequente la scoperta di prodotti come la biancheria intima.

Le cifre sono impressionanti. Tra le tante cose che si possono scovare che sono state smarrite sugli aerei vi sono:

 • Libri (18 %)

 • Telefoni cellulare (9 %)

 • Riviste / giornali (8 %)

 • Abbigliamento (8 %)

 • Occhiali / Occhiali da sole (8 %)

 • Cuffie (6 %)

 • Passaporti / documenti di identità (5 %)

 • Fotocamere (3 %)

 • iPad (3 %)

 • Alimentari (3 %)

 • Console (2 %)

 • Borse (2 %)

 • Giocattoli (2 %)

 • Altro (23 %)

Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti” consiglia ai passeggeri di tenere d'occhio gli oggetti di valore. Il consiglio è quello di tenere il vostro passaporto, telefono e portafogli al sicuro.