Malgrado ci siano stati alcuni dati macro interessanti in questi giorni, è inutile negare che il vero appuntamento clou della settimana per i mercati finanziari è il simposio cominciato a Jackson...

Banchieri Centrali all'evento clobu di Jackson Hole

postato da serpentediterra il 25/08/2017
Categoria: Finanza - tags: banche + banchieri + dollaro + euro + finanza + forex
banche centrali euro-dollaro

Malgrado ci siano stati alcuni dati macro interessanti in questi giorni, è inutile negare che il vero appuntamento clou della settimana per i mercati finanziari è il simposio cominciato a Jackson Hole. Il meeting al quale partecipano i banchieri centrali è l'appuntamento clou atteso dal popolo dei trader di tutto il mondo. Non c'è da stupirsi quindi se nei giorni che lo hanno preceduto gli scambi siano stati in sordina. Nessuno, con un evento così importante in programma, ha minimamente pensato di sbilanciarsi e fare grosse operazioni.

I piccoli operatori hanno alimentato i conti Forex con postepay paypal e sono in attesa di entrare sul mercato. Tuttavia il primo giorno nel summit che si sta tenendo nel Wyoming non è stato eccitante. L'Lavvio è toccato ai commenti dei membri della Fed George e Kaplan. I due hanno mostrato un approccio differente rispetto al tema - cruciale - dell'inflazione. La dinamica dei prezzi non decolla neppure negli USA, e questo è un freno per la fED. I due membri del board americano hanno avuto opinioni contrapposte sul tema. E' chiaro però che gli economisti aspettano di sentire cosa diranno i pezzi grossi. Janet Yellen e Mario Draghi avranno l’opportunità di dire la loro.

Yellen e Draghi al summit dei banchieri centrali

Riguardo alla Yellen, difficilmente ci si può aspettare un atteggiamento dovish o hawkish. Più probabile che resti neutrale, limitandosi a non escludere un nuovo ritocco dei tassi USA entro la fine dell'anno. Se dovesse farlo, comunque userà dei toni prudenti sulla scia della debolezza delle pressioni sui prezzi. Anche perché sa benissimo che tutti gli occhi saranno puntati su di lei, e ogni sua frase potrebbe incidere parecchio sulla bilancia del sentiment degli investitori. Del resto miglior broker trading forex stanno cavalcando la cosa da una decina di giorni. Alla fine il suo intervento potrebbe rivelarsi quindi un "non-evento".

Più facile prevedere quel che farà Mario Draghi. Il numero uno della BCE, di fronte a dati sull'inflazione ancora deboli, dovrà attivarsi parecchio per tenere giù l'euro. La forza della valuta unica infatti è un freno ulteriore all'inflazione nell'Eurozona. A inizio agosto il cross eur-usd ha raggiunto quota 1,1910 prima di stabilizzarsi a 1,17. La riunione di settembre della BCE è dietro l’angolo, per cui Draghi dovrà darsi una mossa per smorzare gli entusiasmi attorno alla valuta europea, e contenerne il rialzo. A conti fatti, il simposio di Jackson Hole rischai di diventare un evento affrontato dai banchieri per non cambiare nulla.