Nell’anno che segna il centoventesimo anniversario dalla fondazione, Banca Valsabbina non arresta l’ambizioso progetto di espansione sul territorio

Banca Valsabbina non arresta la sua crescita: a breve nuova filiale a Treviso

postato da articolinews il 17/07/2018
Categoria: Economia - tags: banca valsabbina

Con i suoi 120 anni di storia, Banca Valsabbina rinnova l'impegno per l'innovazione e per l'espansione della propria rete di filiali, rimanendo al fianco di privati e PMI del territorio con un servizio sempre di qualità.

Banca Valsabbina

Banca Valsabbina: l'ambizioso piano di espansione

Banca Valsabbina compie centoventi anni e continua a crescere, portando avanti un ambizioso progetto per rimanere al fianco di imprese e privati del territorio in cui è attiva. Puntando a offrire prodotti e servizi innovativi, l'istituto di credito bresciano possiede attualmente 70 filiali nel nord Italia, con 560 dipendenti e con quasi 8 miliardi di euro di masse gestite e un patrimonio di 382 milioni di euro. Confermandosi una realtà solida e fiorente, Banca Valsabbina è già attiva nelle province di Brescia, Verona, Milano, Monza e Brianza, Bergamo, Trento, Vicenza, Modena e Padova, ma a breve lo sarà anche su Treviso con l'apertura di una nuova filiale. L'istituto di credito arriva così a presidiare alcune delle più importanti aree del nostro Paese per quanto riguarda il mercato economico e finanziario, con imprese importanti e una clientela attenta ai temi dell'innovazione. "Gli ultimi riscontri" dichiarano dalla Banca, "sia nelle erogazioni di nuovi finanziamenti che nella gestione del risparmio, sono da record. Guardando ai finanziamenti erogati alla propria clientela, i prodotti di punta sono quelli rivolti alle PMI, sfruttando in particolare le agevolazioni previste dalla legge 662/96 e l'importante accordo con il Fondo Europeo per gli Investimenti. Grazie ai quali l'accesso al credito da parte delle PMI e delle imprese innovative risulta essere più facile e meno oneroso".

Banca Valsabbina: i nuovi investimenti

Tra le ultime novità apportate alla propria offerta da Banca Valsabbina, occorre ricordare il lancio del servizio per sostenere le PMI italiane nel loro processo di quotazione in borsa: nelle zone coperte dall'istituto di credito infatti, figurano anche numerose realtà imprenditoriali che hanno deciso di affrontare le sfide quotidiane offerte dal mercato. Da poche settimane la Banca ha annunciato investimenti per 20 milioni di euro sui mini bond: di questi, 6 milioni sono stati destinata a un fondo specializzato. Ha inoltre partecipato a 14 emissioni, per un controvalore totale di 13,5 milioni. "Nello scenario attuale", ha commentato Paolo Gesa, Responsabile della Divisione Business di Banca Valsabbina, "diventa strategico per le aziende guardare a forme alternative di finanziamento. L'ultimo biennio per molte imprese è stato positivo, i bilanci sono migliorati ed è più facile approcciare il mercato. Da qui il recente lancio del servizio dedicato alle aziende che vogliono quotarsi in borsa e la rinnovata spinta sul mercato dei mini bond su cui la banca sta confermando di essere uno degli intermediari più attivi."