Attenti osservatori del comportamento di meeting planner aziendali, è impossibile non notare un trend che si sta sempre più diffondendo ed affermando: le collaborazioni B2B - business to...

Attenti osservatori del comportamento di meeting planner aziendali, è impossibile non notare un trend che si sta sempre più diffondendo ed affermando: le collaborazioni B2B - business to business!

Fare affari fra partner commerciali non è certo una novità, se le transazioni avvengono fra venditori, ma se interviene il marketing gli scenari cambiano, si aprono nuove prospettive che vanno ben oltre l’acquisto reciproco di beni e servizi, si innesca un’autentica partnership finalizzata a rafforzare il valore aggiunto che l’uno attribuisce all’altro.

Tradotto in termini congressuali, notiamo e apprezziamo come i meeting planner stiano sempre più percorrendo questa strada nella scelta della location per intensificare i rapporti commerciali e privilegiare nella relazione B2B le aziende, in questo caso Hotel, con offerte altamente personalizzate.

L’accento va posto nell’approccio mentale a questo tipo di vendita, trovarsi davanti un potenziale acquirente che si trasforma in venditore istintivamente provoca qualche resistenza, soprattutto se la relazione è “sbilanciata” ovvero se chi è nella posizione di comprare impone l’acquisto, se poi è sottoforma di “scambio-merce” l’effetto è decisamente dei più indesiderati ed irritanti, al punto di accusare una trattativa dai contorni ricattatori.

Di tutt’altro sentimento è invece la vendita che vede gli attori sullo stesso piano della business satisfaction, dove viene chiaramente compresa l’importanza di un’osmosi commerciale che elevi la qualità di entrambi nell’”acquistarsi” e rappresentarsi a vicenda, in un reciproco clima di successo, che contribuirà alla fiducia di compiere progetti sinergici, all’efficacia delle relazioni, alla soddisfazione di fare affari insieme, in una parola a fidelizzarsi!

Fonte: http://hotel-atlantic.com/business/index.htm