Nella zona Bufalotta,  i volontari romani del CCDU hanno raggiunto ancora oltre 300 persone  informandole  sugli effetti nocivi degli psicofarmaci grazie ai preziosi opuscoli che ne denunciano i...

Atti di violenza gratuita e psicofarmaci.... c’è un collegamento ????

Nella zona Bufalotta,  i volontari romani del CCDU hanno raggiunto ancora oltre 300 persone  informandole  sugli effetti nocivi degli psicofarmaci grazie ai preziosi opuscoli che ne denunciano i rischi.

 

Il costante ed importantissimo lavoro che il CCDU ed i suoi volontari stanno facendo è  finalizzato alla difesa dei Diritti Umani nel campo della Salute Mentale.

Le funzioni del CCDU sono unicamente quelle di fungere da organo di controllo, scoprendo e denunciando pubblicamente le violazioni psichiatriche dei Diritti Umani nel campo della Salute Mentale.

Proposito che si ottiene anche offrendo  a polizia, insegnanti e giudici una copia gratuita di un convincente nuovo report sul comune denominatore scoperto in molti casi di sparatorie di massa: l’uso di farmaci psicotropi. Il report è intitolato: "I farmaci psichiatrici creano violenza e suicidi - sparatorie nelle scuole e altri atti inspiegabili di violenza" e fornisce informazioni su ben 30 studi in cui viene evidenziato il legame tra varie categorie di farmaci psicotropi (antidepressivi, antipsicotici, psicostimolanti, stabilizzatori dell’umore e sedativi ipnotici) e gli effetti avversi che possono includere ostilità, mania, aggressione, autolesionismo e idee suicide-omicide.

Il report contiene dettagli su oltre sessanta casi di sparatorie, pugnalate e altri atti di violenza gratuita commessi da persone che si trovavano sotto l’effetto di farmaci psicotropi, o ne sperimentavano crisi da astinenza. Secondo Jan Eastgate, presidente del CCHR Int, “Lo scopo di questo report è di aiutare insegnanti, legislatori e polizia a comprendere la natura del legame nascosto esistente tra l’uso di farmaci psicotropi e gli atti di violenza e suicidio. Fatti, statistiche, studi e opinioni di esperti mostrano il preoccupante legame tra l’aumento di atti di violenza inspiegabili e l’aumento di prescrizioni e uso di farmaci psicotropi.” 

I farmaci psicotropi creano dipendenza, suicidio e violenza in una certa percentuale degli individui che ne fanno uso. Questo è un fatto comprovato, e le disastrose conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Siccome ci sono molte vite a rischio, è importante informare le persone che siano in grado di fare qualcosa. 

Il CCDU non sostiene che tutti gli assassini violenti abbiano agito sotto l’effetto di psicofarmaci, o in astinenza da essi, ma questo legame emerge con sempre maggiore frequenza quando s’indaga sul retroterra dell’assassino. E’ dunque lecito chiedersi se la cura abbia fallito o se, piuttosto, non sia stata la cura stessa a far precipitare la situazione verso la distruzione di sé e altri.                                                                                                                                

Con questo in mente, nel 1969 gli Scientologist fondarono il Citizens Commission on Human Rights (CCHR, in Italia CCDU, Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), un ente di tutela che indaga ed espone le violazioni psichiatriche dei diritti umani. Oggi il CCHR è una forza a livello mondiale che lavora attivamente per eliminare i trattamenti brutali, le pratiche criminali e le violazioni dei diritti umani nel campo della salute mentale. Ha contribuito a far promulgare più di 150 leggi che proteggono le persone da pratiche abusanti e coercitive nel campo della salute mentale.