La disposizione del direttore sanitario dopo l’emergenza scattata all’ospedale di Nola Da Castellammare a Sorrento resteranno attivi solo i posti letto destinati all’urgenza. VIETATO ricoverarsi,...
postato da thebirdnews il 14/01/2017
Categoria: Medicina e Salute - tags: cronaca
ospedale

La disposizione del direttore sanitario dopo l’emergenza scattata all’ospedale di Nola Da Castellammare a Sorrento resteranno attivi solo i posti letto destinati all’urgenza.

VIETATO ricoverarsi, se non in pericolo di vita. Da oggi e fino a nuova comunicazione (cioè a tempo indeterminato) sono bloccati i ricoveri ordinari in tutti gli ospedali della Asl Napoli 3 Sud. Per intenderci l'Azienda sanitaria del Santa Maria della Pietà di Nola da cui è partito l'allarme posti letto. La disposizione lascia privi di assistenza, eccetto quella urgente, un bacino di utenza di oltre un milione e 200 mila abitanti. Da Nola appunto, a Castellammare col San Leonardo, fino a Torre del Greco, Boscotrecase, Vico Equense e Sorrento. L'ha firmata il direttore sanitario aziendale Luigi Caterino l'altro ieri sera. In premessa, l'oggetto: "Blocco dei ricoveri in elezione".

Nel merito, le ragioni: "Particolari condizioni meteo, l'ultimo bollettino epidemiologico sull'influenza e la criticità della maggior parte dei pronti soccorso determinata dall'aumento del flusso di pazienti per patologie respiratorie". Ma quanti sono i posti letto negli otto presìdi che fanno capo alla Asl 3? Risposta vaga, sulla carta sarebbero circa 800, di fatto attivi ne risultano meno della metà. Ed è proprio la mancata corrispondenza tra situazione reale e dato ufficiale, la vera ragione di un'emergenza prevedibilissima e annunciata. La verità però è venuta a galla una settimana fa dopo lo scandalo dei pazienti assistiti a terra a Nola dove, tra l'altro, si è saputo solo da qualche giorno, esiste un reparto ortopedico in ristrutturazione da anni.

Fonte: http://thebird.altervista.org/asl-3-bloccati-i-ricoveri-ordinari-senza-assistenza-un-milione-di-utenti/