L'Arresto Cardiaco si verifica all'improvviso, è difficile prevederlo e soprattutto prevenirlo, e può addirittura causare la morte del soggetto che viene colpito. Il primo sintomo dell'Arresto...
postato da articlemarketingacr il 08/01/2013
Categoria: Medicina - tags: arresto cardiaco + cura malattie

L'Arresto Cardiaco si verifica all'improvviso, è difficile prevederlo e soprattutto prevenirlo, e può addirittura causare la morte del soggetto che viene colpito.

Il primo sintomo dell'Arresto Cardiaco è una perdita immediata di conoscenza con conseguente arresto respiratorio. Per impedire il decesso del soggetto esiste solo il tempismo dell'intervento.

La prima cosa da fare è defibrillare precocemente, scaricando una scossa elettrica abbastanza forte da permettere al cuore di ricominciare a battere. Nel caso in cui non si avesse a portata di mano un defibrillatore sarà necessario praticare un massaggio cardiaco.

Cosa può causare un arresto cardiaco? La causa principale è la presenza di una cardiopatia ischemica, che causa una diminuzione dell'apporto di ossigeno al cuore, ma può anche essere causato da anomalie a livello polmonare o da un ingombro delle vie aeree.

E quali sono i sintomi dell'Arresto Cardiaco? È parzialmente vero, come si dice, che questo problema difficilmente da dei campanelli d'allarme: ci sono casi però, in cui viene prestata particolare attenzione, dove qualcosa si riesce ad avvertire. Per prima cosa si percepisce un dolore molto forte nell'area dello sterno e che dura all'incirca un quarto d'ora. Vi sono casi in cui questo dolore si estende al braccio sinistro, provocando una sensazione di asfissia.

In genere l'Arresto Cardiaco si verifica in seguito ad uno sforzo notevole, o anche dopo aver fatto un pranzo bello sostanzioso. Gli altri sintomi, nausea, fatica nella respirazione, sudorazione, possono verificarsi qualche ora prima o dopo l'Arresto Cardiaco.

Non esistono cure per questo tipo di problema: si può modificare il proprio stile di vita, evitando di bere alcolici e fumare e soprattutto controllare periodicamente il cuore.

Fonte: http://www.fioriblu.it