Dopo aver familiarizzato con il botulino il botox, con i filler, con l’acido ialuronico… Tutte parole che sono diventate sinonimi di “ritocco”: al seno, alle labbra, al contorno occhi, ai glutei e...

"Anidride Carbonica" in chirurgia estetica:contro grasso e rughe.

carbossiterapia

Dopo aver familiarizzato con il botulino il botox, con i filler, con l’acido ialuronico… Tutte parole che sono diventate sinonimi di “ritocco”: al seno, alle labbra, al contorno occhi, ai glutei e in sempre più parti del corpo un tempo considerate “impensabili” da rifare.
Ora, però, arriva una novità da non sottovalutare in campo di chirurgia estetica e cioe' l’anidride carbonica. Proprio così, lo stesso gas che rende frizzanti le bevande gassate. Ne conoscevamo insomma soltanto usi alimentari (e poco altro), ma mai avremmo pensato che avrebbe potuto essere utile anche per fini estetici. Ma come funziona questa nuova arma estetica? Vediamo di capirne qualcosa in più.L’anidride carbonica viene iniettata sotto la cute. E sembra proprio in grado di fare miracoli contro le rughe e le occhiaie. È la carbossiterapia, fino a oggi una pratica semisconosciuta, ma sempre più in ascesa nel settore dei patiti delle cure estetiche. In Gran Bretagna sta vivendo un autentico boom: costa 100-150 sterline (130-180 euro) a seduta, e promette ottimi risultati. I medici dicono che le iniezioni dilatano i vasi sanguigni, aumentando il flusso di sangue, di ossigeno e nutrienti per la rigenerazione delle cellule della pelle. Inoltre, queste iniezioni sembrano in grado di eliminare le cellule di grasso. La carbossiterapia potrebbe aiutare anche i calvi, aprendo i bulbi chiusi e permettendo potenzialmente la ricrescita dei capelli.
Questa metodica, in realtà, è stato usata già in Francia negli Anni 30 per il trattamento dei pazienti che soffrivano di cattiva circolazione, di occlusioni alle arterie e di problemi cardiaci. Di recente una ricerca dell'Università di Siena ha dimostrato che è efficace contro le rughe e il grasso. I ricercatori hanno sottoposto 48 donne a sei sedute di carbossiterapia nell'arco di tre settimane. In media, le donne hanno ridotto di 2 centimetri le loro cosce, di 1 centimetro le ginocchia e 3 centimetri il loro stomaco. Allo stesso tempo, la pelle è diventata più spessa ed elastica, cancellando la cellulite.
La carbossiterapia è rapida, indolore e un'alternativa naturale al filler e al Botox. Ci vogliono 4-5 minuti. Alcuni medici sono però riluttanti a sottoporre alla carbossiterapia i pazienti con asma o difficoltà respiratorie. Per questo Rajiv Grover, segretario della British Association of Aesthetic Plastic Surgeons, ha detto che sarebbero necessari piu' studi sugli effetti a lungo termine del trattamento.