Il valore del “mattone” è ancora ben saldo e anche in periodi di crisi le proprietà immobiliari si confermano beni rifugio essenziali, questo, però non significa che questo ambito sia statico e...

Alfredo Romeo, imprenditore moderno attento alla tradizione

postato da secretkeypr il 26/03/2012
Categoria: Economia - tags: aziende + economia + immobiliare

Il valore del “mattone” è ancora ben saldo e anche in periodi di crisi le proprietà immobiliari si confermano beni rifugio essenziali, questo, però non significa che questo ambito sia statico e immutabile.
Lo sa bene Alfredo Romeo, imprenditore che ha fondato l'omonimo Gruppo negli anni '70 e si occupa di intermediazione, dismissione e più in generale di valorizzazione dei patrimoni pubblici, spesso determinando le condizioni di crescita in Italia di un sistema su scala industriale per una gestione più efficace dei questi beni.

In precedenza lo Stato e i comuni non erano a conoscenza della situazione dei loro patrimoni: in questo caos le proposte di Romeo sono state utili e dal 1995 in poi sono divenute operative e si è aperto un nuovo scenario per la catalogazione dei beni immobili e la verifica delle condizioni degli stessi.


Il fatturato della Romeo Gestioni, che ammonta a 130 milioni di euro, e gli altri dati come i 715 committenti pubblici e privati tra cui, dopo Napoli, i comuni di Roma, Milano, Venezia, Firenze, gli enti previdenziali Inps, Inpdap e Inpdai, le università di Bari e Caserta, il Palazzo di Giustizia di Napoli, diverse Regioni e l’Agenzia del Demanio, sono la prova dell'affidabilità dell'impresa e delle notevoli capacità di cui in molti oggi si avvalgono.

In tal senso è una notizia positiva la risoluzione del contenzioso tra Romeo e il Comune di Napoli, che li ha visti contrapposti per lungo tempo: adesso l'amministrazione pagherà il debito contratto con l'azienda grazie alle dismissioni che cominceranno a breve e lo stesso Comune potrà avvantaggiarsi della somma che resterà nelle casse.


Alfredo Romeo si è detto soddisfatto dell'intesa raggiunta e si è impegnato nella futura riqualifica di un settore della città, con un investimento di 10 milioni di euro: una sfida che mantiene uno sguardo verso la tradizione (il paesaggio e i palazzi antichi di Napoli) e la tendenza all'innovazione, con i lavori di restauro e valorizzazione che metteranno in luce anche l'hotel gestito dallo stesso Gruppo, un luogo ideale per dare il benvenuto ai turisti che, si auspica, saranno sempre più numerosi.