Il profilo professionale di Alessandro Benetton e la sua visione imprenditoriale: la nascita di 21 Investimenti ha impresso una svolta significativa alla sua carriera
postato da agencyabweb il 02/10/2018
Categoria: Economia - tags: 21 investimenti + alessandro benetton

Alessandro Benetton costruisce il suo percorso professionale improntandolo su tenacia e coraggio: con questo spirito è partita anche l'avventura di 21 Investimenti, attiva dal 1992 nel private equity su scala internazionale.

Alessandro Benetton

Alessandro Benetton: la crescita professionale del top manager

Nato a Treviso nel 1964, Alessandro Benetton si forma negli Stati Uniti: laureatosi in Business Administration presso l'Università di Boston, consegue in seguito il Master in Business Administration dell'Harvard Business School. Il suo percorso professionale prende il via in Goldman Sachs International: tra il 1988 e il 1989 è analista specializzato in ambito M&A ed Equity Offering presso il dipartimento di Global Finance nella sede di Londra. Nel 1988 diventa Presidente di Benetton Formula: guiderà la scuderia per il decennio successivo vincendo due campionati mondiali piloti, uno costruttori e 26 Gran Premi di Formula 1. Nel 1992 Alessandro Benetton crea 21 Investimenti, una delle prime realtà in Italia a occuparsi di private equity. Presidente di Benetton Group dal 2012 al 2014, opera anche nell'Advisory Committee di Robert Bosch Internationale Beteiligungen AG di Zurigo. Nel 2017 è stato nominato Presidente di Fondazione Cortina 2021, l'ente a cui spetta il compito di organizzare i Mondiali di Sci nella località ampezzana. Oltre al titolo di Cavaliere del Lavoro, ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il Premio EY Imprenditore dell'Anno nel 2011, il Premio Vittorio De Sica nel 2014 e il Premio America della Fondazione Italia USA nel 2016.

La forza di un'intuizione: Alessandro Benetton crea 21 Investimenti

Quelle di Alessandro Benetton sono scelte professionali che esprimono tenacia e coraggio. È lui stesso a ripercorrere le tappe della sua crescita professionale in diverse interviste che ha rilasciato in Italia e all'estero. Basti pensare a 21 Investimenti e all'idea di portare in Italia qualcosa di ancora sconosciuto per il nostro Paese: "Era il 1992. Avevo capito grazie a un mio professore, Michael Porter, che avrebbe potuto esserci un nuovo modo di leggere la PMI italiana". Un'intuizione vincente: tra le prime nel Paese a occuparsi di private equity, 21 Investimenti è oggi una realtà conosciuta a livello internazionale che punta su queste realtà cercando di capire quanto il paradigma su cui vivono sia contemporaneo o necessiti di cambiamenti e "con coraggio cerca di dare una interpretazione sul loro futuro" come ha spiegato Alessandro Benetton lo scorso febbraio intervenendo nella trasmissione di Rai Tre "Il Posto Giusto".

Fonte: http://www.affaritaliani.it/politica/palazzo-potere/alessandro-benetton-ecco-perche-ho-lasciato-il-gruppo-524150.html