Le active house si stanno diffondendo sempre di più in molte città italiane: oltre all’estetica e al comfort abitativo, le active house sono un esempio di edilizia ecosostenibile   Active house,...

Active house, ovvero edifici che restituiscono energia

postato da AleLonghi il 27/08/2020
Categoria: Tecnologia - tags: active house + edifici nzeb + passive house

Le active house si stanno diffondendo sempre di più in molte città italiane: oltre all’estetica e al comfort abitativo, le active house sono un esempio di edilizia ecosostenibile

 

Active house, ovvero casa attiva: un sinonimo di edificio in cui si può vivere in modo sano, confortevole, senza generare un impatto ambientale negativo.

Gli edifici active house producono più energia di quella che consumano: in 30 anni, possono arrivare a generare energia sufficiente per annullare i costi per la sua stessa costruzione, lasciando un’impronta pressoché inesistente sulla terra.

Una casa attiva è una soluzione edilizia che permette di realizzare 4 importanti obiettivi:

·         eliminare per sempre i costi di riscaldamento, di condizionamento e di energia elettrica

·         migliorare le condizioni di benessere abitativo e di comfort

·         trasformare la casa in una fonte di reddito

·         proteggere l’ambiente, eliminando l’utilizzo di combustibili fossili e riducendo le emissioni nocive

 

Cosa c’è dietro ad una casa attiva?

Progettare un’active house significa progettare un edificio che produce l’energia di cui ha bisogno ed inoltre restituisce energia elettrica alla rete nazionale, superando il paradigma di una casa tradizionale che funziona assorbendo energia e risorse non rinnovabili.

In sostanza, la casa attiva copre i costi mensili con la produzione propria di energia, e con quella in esubero produce “un guadagno”. Il principio è semplice: si costruisce un involucro che disperde poco, si installano minimi innovativi e si produce l’energia necessaria con fonti rinnovabili. Una casa attiva fa guadagnare economicamente perché risparmia e produce energia, e ha un effetto collaterale importante: assicura un altissimo comfort e benessere agli occupanti.

 

I principi di un’active house

Una casa viene valutata attiva in base all’interazione tra consumo ed energia, condizioni climatiche interne e impatto sull’ambiente secondo i 3 principi cardine di comfort, energia e ambiente.

Comfort: assicurare salute e benessere per una vita migliore. Un’active house crea condizioni indoor più sane e più confortevoli per gli occupanti, garantendo un abbondante apporto di luce e ventilazione naturale.

Energia: contribuire positivamente al bilancio energetico dell’edificio. Un’active house è ad alta efficienza energetica. Tutta l’energia necessaria è fornita da fonti energetiche rinnovabili integrate nell’edificio o provenienti dal sistema energetico collettivo locale e in rete.

 

Ambiente: avere un impatto positivo sull’ambiente. Una casa attiva interagisce positivamente con l’ambiente, attraverso un rapporto ottimale con il contesto locale, l’uso mirato di risorse e un impatto ambientale neutro per tutto il suo ciclo di vita.

 

È proprio la combinazione di questi tre fattori che può raccontare la storia esatta della qualità architettonica dell’edificio, l’efficienza energetica, la salute, il comfort e il benessere degli occupanti e i benefici ambientali.