Salotto: verso accordo di programma Del 20.05.2010 Si può parlare in maniera concreta dell’avvio di una nuova fase per il superamento della notoria crisi del mobile imbottito che attanaglia...

Accordo di programma crisi Natuzzi e mobile imbottito

postato da raffaele il 23/05/2010
Categoria: Lavoro - tags: azienda natuzzi + crisi mobile imbottito + divani + lavoro + occupazione
Crisi Natuzzi

Salotto: verso accordo di programma

Del 20.05.2010

Si può parlare in maniera concreta dell’avvio di una nuova fase per il superamento della notoria crisi del mobile imbottito che attanaglia il  territorio dell'alta murgia al termine dell’incontro che si è tenuto presso il Ministero Sviluppo Economico nel pomeriggio di martedì 19 maggio.

Intorno al tavolo ministeriale, rappresentato dal dott. Giampietro Castano e dalla dott.ssa Flavia Di Mario, si sono ritrovati a confrontarsi, in un clima sereno e costruttivo, i signori: Erminio Restaino, Assessore alle Attività Produttive

della Regione Basilicata; alcuni funzionari della Regione Puglia; diversi rappresentanti della Confindustria di Puglia e Basilicata e delle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori; l’Avv. Vito Lillo e il dott. Mario Stacca, rispettivamente Sindaci dei Comuni di Santeramo in Colle ed Altamura. L’Azienda Natuzzi S.p.A. è stata rappresentata al più alto livello, ovvero dal Presidente dott. Pasquale Natuzzi.

Al termine del cordiale incontro, tutti soddisfatti per i significativi punti di incontro che si sono sinergicamente raggiunti.

Soddisfatti, per diversi motivi, i Sindaci Lillo e Stacca perché vedono premiato l’intenso e proficuo lavoro dai medesimi e dagli altri Sindaci svolto, che ha trovato la sintesi migliore con la sottoscrizione il 28 settembre 2009 del protocollo d’intesa “La strategia della diversificazione” presso la sede della Provincia di Bari con incontri preparatori e con altri incalzanti incontri successivi alla sottoscrizione medesima; tanto è vero che anche la Confindustria di Puglia e Basilicata ha recepito tale protocollo, aggiungendo ulteriori proposte operative in ordine al contenimento dei costi del lavoro.

Soddisfatti anche per le ottime relazioni sociali tra la Natuzzi SpA e le Organizzazioni Sindacali che, di comune intesa, hanno richiesto la proroga della cassa integrazione guadagni per la durata di un anno.

In maniera particolare, soddisfatti perché, dopo questo ultimo incontro, sono state poste tutte le condizioni perché, in tempi brevi, si possa sottoscrivere da parte di tutti i soggetti interessati, pubblici e privati, un Accordo di Programma che sarà l’effettivo strumento per il rilancio dello sviluppo economico del nostro territorio, anche diversificato rispetto alla produzione del mobile imbottito, con potenziali benefici anche e soprattutto sotto il profilo occupazionale.

A questo proposito, è stato concordato che il coordinamento di questo nuovo strumento risiederà presso il Ministero Sviluppo Economico al quale le Regioni Puglia e Basilicata provvederanno nei prossimi giorni a formalizzare la richiesta dell’Accordo di Programma.

In questa prospettiva, è stata già costituita una task force ristretta che si riunirà a Roma il prossimo 4 giugno per la stesura della bozza di Accordo di Programma.

Rispetto a questo strumento, l’incontro romano di ieri è andato anche oltre, specificando che le risorse finanziarie che si renderanno inevitabilmente necessarie per l’attuazione dell’accordo, saranno a carico del Ministero Sviluppo Economico e delle Regioni Puglia e Basilicata. Gli Enti Locali, invece, parteciperanno mediante interventi di competenza sulla fiscalità locale (ICI per opifici interessati da processi i reintegrazione dei lavoratori a rischio di espulsione).

Lo sguardo degli intervenuti, infine, è stato posto anche sul potenziamento delle infrastrutture territoriali, propedeutiche a sostenere l’auspicabile e necessario rilancio dello sviluppo economico territoriale, anche mediante il collegamento autostradale tra Gioia del Colle e Matera.