Ci sono vie che non notiamo, statue con posizioni ambivalenti delle quali conosciamo solo il nome, scritte scolpite sul marmo che abbiamo visto milioni di volte ma delle quali non ci siamo mai...
angelo

Ci sono vie che non notiamo, statue con posizioni ambivalenti delle quali conosciamo solo il nome, scritte scolpite sul marmo che abbiamo visto milioni di volte ma delle quali non ci siamo mai chiesti “perché?”.

Come per esempio quella strana posizione dell’angelo sulla facciata di Sant’Andrea della Valle a Roma, che poggia l’ala sul muro della chiesa come un ubriaco che sorregge il lampione: lo sapevate che fu messo lì da Carlo Rainaldi nel 600 come polemica verso i predecessori che si occuparono della costruzione della chiesa? O come le teste scolpite sul ponte che conduce all’Isola Tiberina.. continua

Fonte: http://www.mindthetrip.it/2012/04/23/a-spasso-nel-mistero-le-guide-di-roma-e-venezia-di-alberto-tofo-fei/