Cosa debbono sapere una donna, una coppia o una famiglia sull’organizzazione dell’assistenza alla gravidanza nel proprio territorio? Come orientarsi bene, cioè, verso i luoghi appropriati alla...
postato da muraleswebstudio il 26/10/2010
Categoria: Medicina - tags: gravidanza + parto sicuro + unita ospedaliere

Cosa debbono sapere una donna, una coppia o una famiglia sull’organizzazione dell’assistenza alla gravidanza nel proprio territorio? Come orientarsi bene, cioè, verso i luoghi appropriati alla situazione in cui la donna gravida si potrebbe trovare? Queste sono le domande che goni donna incinta deve porsi allo scopo di prevenire problemi.

Un sistema organizzativo capace di garantire un’assistenza prenatale efficace ed efficiente necessita di servizi specialistici sul territorio (consultori, ambulatori pubblici e privati) e di punti nascita nelle strutture ospedaliere in cui, ad ogni parto, venga garantito un livello appropriato di assistenza. In Italia l’offerta dei servizi ospedalieri ostetrici e neonatologici è articolata in tre livelli funzionali definiti anzitutto sulla base di requisiti organizzativi, strutturali e tecnologici delle strutture; ma anche sulla base del numero e della qualifica del personale di assistenza. Anche il numero minimo di parti che una struttura è capace di svolgere in un anno fa parte dei criteri di assegnazione di un certo livello funzionale. Infatti solo chi svolge un determinato numero minimo di parti ha un’esperienza e mezzi sufficienti a garantire un certo standard di sicurezza soprattutto quando si presenta una situazione ostetrica complicata.

Fonte: http://www.vitachenasce.org/vita-che-nasce-riproduzione/parto-sicuro-unita-ospedaliere.html