La serenata, la tarantella, la danza, la cultura tradizionale di una comunità attraverso i suoni di una chitarra battente. 2° raduno di suonatori di chitarre battenti del Gargano
postato da trattino il 13/07/2010
Categoria: Musica - tags: carpino folk festival + chitarra battente + festival + gargano + puglia + raduno

"Viaggio nella Terra della Chitarra Battente"
La serenata, la tarantella, la danza, la cultura tradizionale di una comunità attraverso i suoni di una chitarra battente

2° raduno di suonatori di chitarre battenti del Gargano
Sabato 07 Agosto, Carpino Folk Festival 2010 ore 21,30
- Interventi musicali dei battentisti
- Mostra-Mercato strumenti musicali

La presente vale come convocazione per tutti i ricercatori e i musicisti della chitarra battente del Gargano che vorranno accettare il nostro invito.

Si tratta di ricercatori e di musicisti che hanno contribuito con il loro lavoro di ricerca e di riproposizione dei repertori ad ampliare il panorama legato soltanto al mondo contadino e pastorale. Resta comunque la distinzione da operare fra musicisti che per loro scelta adottano uno strumento e un repertorio e musicisti che nascono nel contesto socio-culturale e utilizzano gli strumenti musicali propri di questo contesto traendone i suoni indicati dal proprio legame culturale.

Sul Gargano si sono venute a creare le contingenze perché i due mondi si potessero incontrare favorevolmente dando luogo a un nuovo territorio culturale. Sul Gargano la chitarra battente è di casa così come lo sono i musicisti che la suonano. Le figure storiche dei suonatori di chitarra battente di Carpino e del Gargano sono diventate vere e proprie icone della musica italiana. E a Carpino sono venuti in molti ad attingere per la loro creatività artistica.

L'obiettivo è un raduno il più possibile ampio ed esaustivo di tutti i musicisti garganici che ci consenta di fare il punto della situazione locale in maniera chiara.

Un raduno aperto ai costruttori di battenti che potrebbero mostrare ognuno un piccolo aspetto della tecnica di costruzione: come si scelgono i legni, come si lavoro un pirolo, come si costruisce una rosetta ecc.

A ciascun battentista verra data la possibilità di eseguire massimo tre pezzi del proprio repertorio, siano essi appartenenti al mondo contadino pastorale che

I battentisti del Gargano in attività censiti dall'Associazione:
Rocco Cozzola (Carpino) | Roberto Menonna (Carpino) | Marco di Mauro (Carpino) | Giuseppe di Mauro (Carpino) | Nicola Gentile (Carpino) | Domenico Celiberti (Andria) | Pio Gravina (San Giovanni Rotondo) | Nunzio Mangiacotti (San Giovanni Rotondo) | Michele Rinaldi (San Giovanni Rotondo) | Antonio Steduto (San Giovanni Rotondo) | Lorenzo Rinaldi (San Giovanni Rotondo) | Valentina Latiano (San Giovanni Rotondo) | Lorenzo Rinaldi (San Giovanni Rotondo) | Enrico Noviello (Manfredonia) | Simone Fiscarelli (Vico del Gargano) | Angela Castelluccia (Ischitella) | Enzo Valente (Ischitella) | Luca D'apolito (Ischitella) | Biagio de Nittis (Monte Sant'Angelo) | Nicola Sansone (Monte Sant'Angelo) | Michele Cotugno (Monte Sant'Angelo) | Matteo Ortuso (Monte Sant'Angelo) | Domenico Prencipe (Monte Sant'Angelo) | Bernardo Bisceglia (Monte Sant'Angelo) | Francesco Maselli (Lesina) | Angelo Frascaria (San Nicandro garganico) | Andrea Resce (San Severo) | Salvatore Villani (Rignano Garganico) | Pasquale Giannetta (Cagnano Varano).

I costruttori di battenti del Gargano censiti dall'Associazione
Rocco Cozzola (Carpino) | Giuseppe Draicchio (Carpino) | Matteo Silvestri (Carpino) | Antonio Rignanese (Vico del Gargano) | Gabriele Orlando (Rignano garganico) | Enzo Valente (Ischitella) | Pasquale Giannetta (Cagnano Varano) | Pietro di Mauro (Lesina).

Con questo Viaggio si vuole entrare in contatto col mondo della cultura tradizionale contadina pastorale, tramandata oralmente e in parte ancora funzionale alla vita della comunità. In tale ambito la musica e gli strumenti musicali assumono un ruolo di rilievo e i suonatori, per il loro grado di conoscenza, rappresentano le punte più avanzate di questa cultura.
Attraverso gli interventi musicali dei suonatori e musicisti, non si vuole riesumare e portare alla ribalta oggetti estinti, ma si vuole dare l'occasione di conoscerli e capire quanta arte, passione e orgoglio sono in esso contenuti.

Attesi i battentisti da ogni parte del Centro/Sud Italia ed in particolare dalle Marche e dagli Abbruzzi, dal Lazio e da Molise, ancora dal Cilento al Salento, dalla Basilicata, dalla Calabria ma anche dalla Sicilia.

 

Fonte: http://www.carpinofolkfestival.com/