Segnalo una delle più belle giostre cavalleresche: LA GIOSTRA DELLA QUINTANA di FOLIGNO
postato da Tordoni Anna Maria il 11/09/2009
Categoria: Eventi - tags: cavalli + eventi + foligno + giostra + quintana
Dama della Quintana di Foligno

Segnalo una delle più belle giostre cavalleresche:
LA GIOSTRA DELLA QUINTANA di  FOLIGNO


Uno degli
appuntamenti imperdibili tra le manifestazioni umbre è senz’altro la Giostra della Quintana che si svolge a Foligno nella prima quindicina di giugno e di settembre.
Si tratta della rievocazione di una
gara equestre ambientata nel XVII secolo che vede protagonisti i dieci rioni in cui è divisa la città.
Storicamente la
prima Giostra della Quintana risale al 1613, in occasione del Carnevale e nacque per risolvere la diatriba sulla questione se fosse più confacente per un cavaliere vincere per l’onore del principe o per l’amore della dama.

Da quella prima volta la Quintana fu ripresa solo nel 1946 e da allora ogni anno rivive grazie all’entusiasmo e alla partecipazione di centinaia di fedelissimi folignati che tutto l’anno lavorano alla preparazione della giostra e delle manifestazioni collaterali.
La gara consiste nella
corsa a cavallo di ciascun cavaliere in rappresentanza dei rioni lungo un percorso ad otto al centro delle cui diagonali è posta una statua lignea raffigurante il dio Marte e chiamata appunto Quintana.
Al braccio disteso della statua vengono appesi degli anelli che ciascun cavaliere deve infilare con una lancia metallica.
Il regolamento della gara è complesso e prevede tre tornate di gioco durante le quali gli anelli vengono progressivamente rimpiccoliti, oltre a prevedere penalità e squalifiche in caso di anelli mancati, bandierine abbattute, perdita di indumenti, percorso errato e altre circostanze.
Vincitore risulta il cavaliere che conclude le tre tornate a punteggio pieno e con il tempo minore.

Ma la Quintana non è solo la gara.
La sera prima della giostra, per le strade della città, si snoda il
corteo storico, una sfilata di circa 800 figuranti in costumi barocchi tipici dell’epoca fedelmente ricreati in tutta la loro preziosità.

Ogni rione sfila con i propri nobili, le proprie bellissime dame, i cavalieri, i cavalli, gli sbandieratori, i tamburini, i trombettieri.
Inoltre, durante le due settimane precedenti la giostra, la città si anima con
l’apertura delle taverne, una per ogni rione, dove si possono gustare i sapori tipici della tradizione umbra.
Numerose altre manifestazioni sono poi previste in tale periodo: la
gara gastronomica tra i rioni, la corsa dei somari come parodia della giostra, le esibizioni di tamburini e sbandieratori, la Fiera dei Soprastanti che rievoca il mercato del tempo.
Inutile dire quanto può essere coinvolgente per lo spettatore partecipare a questa manifestazione che si rinnova anno dopo anno coniugando la tradizione all’innovazione.
Il fermento per la gara si mescola con la spettacolarità della scenografia e con l’entusiasmo dei rionali
dando vita ad un evento che rimane nel cuore di chi lo vive.

Fonte: http://www.agriturismo.pg.it/eventi-umbria/QUINTANA/